Pani, la pillola 5 giorni dopo ai minori solo con ricetta

Redazione DottNet | 17/02/2015 20:44

"La mia opinione personale è che va tutelata la salute delle donne e soprattutto delle minorenni. Penso che il test di gravidanza non abbia un gran significato, però l'assenza di prescrizione per le minorenni la vedo problematica". Lo ha detto il direttore generale dell'Aifa, Luca Pani, circa la così detta pillola dei 5 giorni dopo

"Nell' attesa che il Consiglio Superiore di Sanità (CSS) esprima il suo parere in merito alla 'pillola dei cinque giorni dopo', è bene che i tanti oscurantisti sempre attivi nel nostro Paese ricordino che non si tratta di un farmaco abortivo, bensì di un contraccettivo d'emergenza che agisce ritardando l'ovulazione". Rimarca il pensiero di Luca Pani (Aifa) Laura Garavini, esponente dell'Ufficio di Presidenza del Gruppo Pd della Camera.

"Per questo motivo, e perché è già stato dimostrato che il prodotto non nuoce alla salute delle donne, auspichiamo - prosegue l'esponente del Pd - che la decisione dell'Aifa e del CSS, attesa per marzo, vada nella direzione stabilita dall'Ema - l' Agenzia europea del farmaco - garantendo così alle donne italiane le stesse libertà delle donne di tutti gli altri paesi europei nei quali il farmaco viene venduto senza ricetta medica".

 

Fonte: ansa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato