Uso di sitagliptin in associazione a metformina nei pazienti cinesi

Medical Information Dottnet | 27/02/2015 11:09

La manifestazione di diabete mellito continua ad avere una crescita imponente in tutto il mondo.

Negli abitanti della Repubblica Cinese, si è riscontrato un aumento di casi del 2,5% nel 1994, al 9,7% nel 2013 e dell’11,6% nel 2013. In questo momento vi sono più di 100 milioni di pazienti affetti da diabete mellito nella fetta di popolazione in oggetto.

Secondo le linee guida per la prevenzione e il trattamento del Diabete Mellito in Cina, questa patologia si manifesta nel 90% dei casi, mentre il diabete di tipo 1 appare approssimativamente nel 5% dei casi. Inoltre, la proporzione dei pazienti cui è stato diagnosticato il prediabete equivale al 15,5% e molti di loro continuano a non ricevere diagnosi adeguata.

Studi epistemologici reperibili indicano che la proporzione di pazienti cinesi affetti da diabete mellito che si sottopongono al controllo del glucosio, ammontano a meno del 30%, indicando la mancanza di terapie efficienti per la diminuzione dei livelli di glucosio. Pertanto, è imperativo sviluppare un protocollo effettivo per i pazienti Cinesi.

Il Sitagliptin è stato usato sulla popolazione cinese affetta da diabete, e l’associazione terapeutica della sitagliptin a metformina potrebbe non alterare la loro farmacocinetica individuale.

A oggi, diversi trial clinici effettuati hanno riconosciuto l’efficacia della sitagliptin e la metformina combinate nel controllo dell’emoglobina glicata, livelli di glicemia a digiuno, e glucosio postprandiale in modo maggiore rispetto all’uso isolato del sitagliptin o della metformina. Inoltre, la terapia combinata è stata ben tollerata e ne sono emersi pochi effetti collaterali.

Oltre a ciò, la terapia combinata è stata semplice da amministrare, e i pazienti a cui è stata somministrata questa terapia hanno mostrato una buona conformità. Pertanto, per i pazienti Cinesi affetti dal diabete di tipo 2, si preferisce la terapia combinata di sitagliptin in associazione a metformina.

In alcuni studi si è anche riscontrata una riduzione del peso corporeo e l’incidenza di pancreatite, che dovrebbero essere confermate da studi clinici addizionali.

Sono necessari pertanto studi controllati effettuati su campioni di maggiori dimensioni, per confermare l’efficacia di questa strategia di trattamento per il diabete mellito.

Per approfondire lo studio condotto, leggi qui: Clinical utility and patient considerations in the use of the sitagliptin-metformin combination in Chinese patients.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato