Enpaf, in arrivo i bollettini per il pagamento dei contributi

Redazione DottNet | 03/03/2015 19:07

Anche quest’anno arriveranno in due distinte emissioni i bollettini per il pagamento dei contributi Enpaf. A darne notizia è la newsletter dello stesso ente di previdenza dei farmacisti: nella prima emissione verranno inviati i soliti tre moduli Mav, scadenze 31 marzo, 1° giugno e 31 luglio; nella seconda emissione, prevista per fine anno, verrà invece inviato un solo bollettino.

Fanno eccezione gli iscritti all’Enpaf che hanno optato per il pagamento del contributo di solidarietà e i nuovi iscritti (cui spetta pagare due anni di contribuzione): i primi riceveranno un unico bollettino con scadenza 31 marzo, ai secondi invece verranno inviati quattro bollettini, con scadenza 31 marzo, 30 aprile, 1° giugno e 31 luglio.
Qualsiasi cambiamento della situazione contributiva dell’iscritto che dovesse intervenire dopo il 16 febbraio verrà sanato con l’emissione di fine anno. Quindi, ricorda l’Enpaf, l’iscritto che riceve bollettini di importo superiore a quanto dovuto non effettua il pagamento e attendeil bollettino di fine anno. Nel caso in cui, invece, i bollettini recapitati risultassero inferiori a quanto si dovrebbe versare, l’iscritto effettuerà il pagamento entro la scadenza e attenderà il conguaglio con il bollettino di fine anno.


Non riceveranno alcun bollettino bancario, infine, i farmacisti che nel 2014 sono risultati morosi; in tal caso, come negli anni passati, la riscossione avverrà tramite cartella esattoriale emessa dall’Agente della riscossione. La cartella esattoriale recherà l’importo relativo al 2014, con le sanzioni civili dovute per il mancato pagamento, e l’importo 2015. Su cartella verranno riscossi anche i contributi di coloro che sono risultati irreperibili e gli iscritti la cui posizione contributiva è stata aggiornata d’ufficio in conseguenza della perdita del diritto alla riduzione del contributo (Regolamento Enpaf, articolo 21 ultimo comma e articolo 2bis comma 2). La cartella esattoriale comprenderà contributi omessi, relative sanzioni civili e contributo per il 2015.


Dalla fine di marzo sarà possibile scaricare il duplicato Mav dal sito internet dell’Enpaf (www.enpaf.it), qualora si sia iscritti al servizio Enpaf on line. Altrimenti sarà possibile richiedere il duplicato al numero verde 800-248464800-248464 della Banca Popolare di Sondrio.

 

fonte: enpaf, filodiretto

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato