Metformina in pazienti affetti da diabete di tipo 2 e nefropatia

Diabetologia | Medical Information Dottnet | 10/03/2015 12:16

La metformina è ampiamente considerata la migliore opzione farmacologica iniziale per il trattamento nei pazienti con diabete di tipo 2.

Tuttavia, il farmaco è controindicato in molti individui con funzione renale compromessa a causa dell’insorgenza di acidosi lattica.

Una review pubblicata di recente su JAMA, ha raccolto una serie di lavori pubblicati tra il 1950 e il 2014 relativi alla metformina, alla nefropatia e all’acidosi lattica, per valutare il rischio di acidosi lattica associato all'uso di metformina in pazienti con funzione renale compromessa.

Analizzando la letteratura selezionata, gli autori hanno scoperto che i livelli di metformina, se usata in pazienti con insufficienza renale cronica lieve o moderata (30-60 ml/min/1,73 m2) in genere rimangono nel range terapeutico e che le concentrazioni di lattato non aumentano di molto.

L’incidenza complessiva dell’acidosi lattica nei pazienti trattati con metformina è stata variabile nei diversi studi (da circa 3 per 100.000 a 10 per 100.000 persone-anno) e indistinguibile da quella della popolazione complessiva dei pazienti diabetici.

I dati che suggeriscono un aumento del rischio di acidosi lattica in pazienti trattati con metformina affetti da malattia renale cronica sono limitati, e non esistono studi randomizzati controllati che abbiano valutato la sicurezza del farmaco nei pazienti con funzione renale significativamente compromessa.

Gli studi di popolazione suggeriscono che la metformina può essere prescritta in una percentuale di pazienti diabetici fino al 25%, contrariamente a quanto indicato nelle principali linee guida sulla gestione terapeutica dei pazienti diabetici nefropatici. Nella maggior parte degli studi, l'uso di metformina non è stato associato a un aumento dell’incidenza di acidosi lattica.

Studi osservazionali suggeriscono, inoltre, un potenziale beneficio dalla metformina sugli eventi macrovascolari, anche nei pazienti con controindicazioni renali.

Quindi con le dovute cautele, i medici possono estendere l'impiego della metformina anche ai pazienti affetti da diabete di tipo 2 con nefropatia lieve o moderata.

 

Bibliografia:

S.E. Inzucchi, et al. Metformin in Patients With Type 2 Diabetes and Kidney Disease A Systematic Review. JAMA. 2014 Dec 24-31;312(24):2668-75.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato