Menarini, dalla solidarietà al contratto a tempo pieno

Redazione DottNet | 16/03/2015 14:27

Menarini ha deciso di chiudere con 8 mesi di anticipo i contratti di solidarietà fin qui in essere per 1.290 dipendenti, che possono tornare a svolgere le loro mansioni a tempo pieno. Lo annuncia in una nota il gruppo farmaceutico fiorentino, parlando di "risultato straordinario" che "premia la scelta di aver proposto e realizzato a suo tempo, unitamente ai sindacati, in un momento di grave difficoltà, un percorso alternativo ai licenziamenti, solidale e responsabile".

Secondo l'azienda "la valorizzazione del ruolo del settore farmaceutico da parte dell'attuale Governo, il conseguente mutato scenario complessivo e la maggiore stabilità delle norme che lo riguardano, unite alle nuove opportunità che consentiranno il lancio di nuovi prodotti, hanno creato i presupposti per una positiva ed anticipata conclusione dei contratti di solidarietà, e consentono di guardare con più ottimismo al futuro. Ci auguriamo però che questo percorso positivo per l'occupazione e l'importanza del farmaceutico venga finalmente compreso e apprezzato anche dalle Regioni che finora continuano invece a riproporre i vecchi e miopi schemi di penalizzazione del nostro settore, chiedendo sistematicamente riduzione dei fondi per la farmaceutica".

 

fonte: menarini