Contributi "Quota A" del Fondo Generale Enpam: istruzioni per l'uso

Redazione DottNet | 31/07/2008 17:39

Ormai tutti gli iscritti all’Albo professionale dei medici chirurghi e degli odontoiatri hanno o dovrebbero avere ricevuto le cartelle di pagamento relative al contributo minimo obbligatorio per l’annualità 2008.

Anche quest’anno, infatti, l’Enpam ha affidato l’attività di notifica degli avvisi di pagamento (nonché della loro riscossione e riversamento alla Fondazione) al Concessionario Unico Equitalia Esatri S.p.A. di Milano che ha appunto comunicato di aver concluso il recapito delle cartelle.
Com’è noto, i contributi possono essere versati in quattro rate, con scadenza 30 aprile, 30 giugno, 30 settembre e 30 novembre, oppure in unica soluzione entro il termine previsto per la prima rata (e cioè entro il 30 aprile). Il 30 giugno, quindi, scadrà la seconda rata del contributo in questione, ma non per tutti. Infatti, nel caso in cui l’avviso pervenga dopo la scadenza di una o più rate, il pagamento delle rate scadute può essere eseguito entro 15 giorni dalla ricezione.
Ma cosa fare se i bollettini non sono arrivati o sono comunque andati smarriti? Nel caso di mancato ricevimento dell’avviso è necessario contattare il Concessionario Equitalia Esatri S.p.A. al numero 199 20 72 72, selezione 10, indicando nome, cognome e codice fiscale, oppure inoltrare richiesta scritta al numero di fax 02 641 66 617, indicando nome, cognome e codice fiscale, ed allegando la fotocopia di un documento valido.
Nel caso in cui il mancato ricevimento dei bollettini fosse dovuto alla variazione dell’indirizzo di residenza, è necessario comunicare tale variazione, obbligatoriamente per il tramite dell’Ordine di appartenenza, alla Fondazione Enpam – Servizio Contributi.
Doppio pagamento. Accade piuttosto spesso che l’iscritto, per “togliersi il pensiero”, paghi tutto il contributo in unica soluzione non appena arriva la cartella; a distanza di mesi, però, non avendo cestinato i bollettini per il pagamento rateale, finisce con il pagare ancora una volta una o più singole rate. A questo punto occorre farsi restituire l’importo pagato in più. In questo caso, occorre contattare il Concessionario Equitalia Esatri S.p.A.- Ufficio Protocollo Valori al numero 02 641 66 497, oppure inoltrare richiesta scritta al numero di fax 02 641 66 326.
Iscritti nati nel 1943. Anche gli iscritti nati nel 1943 che compiono 65 anni nel corso dell’anno 2008 possono effettuare il pagamento in unica soluzione o in quattro rate. Il contributo è dovuto fino al mese di compimento del 65° anno ed è calcolato sui mesi effettivi di compimento dell’età.
Domiciliazione bancaria. Il 31 maggio è scaduto il termine per poter usufruire dell’addebito permanente sul proprio conto corrente (modulo RID). Le adesioni pervenute oltre tale termine saranno ritenute valide per l’anno 2009 ed i contributi 2008 dovranno essere versati in base alle modalità indicate nell’avviso di pagamento. Per coloro che già usufruiscono dell’addebito permanente sul conto, la eventuale variazione delle coordinate dovrà essere comunicata direttamente al Concessionario Equitalia Esatri S.p.A via telefono, al numero 199 104 343 oppure con una richiesta scritta da inoltrare al numero di fax 02 641 66 619.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato