Al Lazio il record per consumi di farmaci e fumatori

Redazione DottNet | 30/03/2015 15:09

Il Lazio è la regione in cui vivono meno giovani con consumi pericolosi di alcolici, ma anche quella con più fumatori e il maggior consumo di farmaci. Lo afferma il Rapporto Osservasalute presentato all'università Cattolica di Roma.

La prevalenza di consumatori a rischio di 11-17 anni nella regione è la minore in Italia per entrambi i sessi, pari al 12,0% dei maschi (valore medio italiano 22,0%), al 9,8% per le femmine (valore medio italiano 17,3%), per un totale dell'11,0% dei giovani in questa fascia d'età (valore medio italiano 19,7%). Ben diverse le cifre sui fumatori, che sono il 23,6% della popolazione regionale di 14 anni e oltre (media nazionale 20,9%). L'altro record nazionale poco invidiabile riguarda il consumo di farmaci. Nel 2013 il Lazio presenta un consumo di 1.190 dosi per mille abitanti al giorno, il maggior livello di consumo in Italia, a fronte di un valore medio nazionale di 1.032. Più alta della media nazionale è anche la mortalità. ''La mortalità è pari a 108,2 per 10.000 abitanti tra i maschi - si legge - contro una media nazionale di 106,0 per 10.000, mentre è pari a 69,8 per 10.000 tra le donne (contro una media nazionale di 67,1 per 10.000)''.

 

fonte: osservasalute

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato