Concorso, pubblicate le graduatorie in Puglia. Interpello in Liguria

Redazione DottNet | 02/04/2015 15:56

È stata pubblicata la Determina Dirigenziale di approvazione della graduatoria definitiva del concorso straordinario per sedi farmaceutiche nella Regione Puglia. Lo ha annunciato l’assessore alle Politiche della Salute, Donato Pentassuglia.

Il concorso, per soli titoli, bandito nel febbraio 2013 ha visto la partecipazione di 3.590 persone per un totale di 1.941 candidature. La legge ha consentito, infatti, di partecipare in forma associata, “novità senza precedenti nei concorsi per sedi farmaceutiche”, sottolinea una nota della regione. Il bando è stato espletato completamente on line: il Ministero della Salute, infatti, ha messo a disposizione delle Regioni un portale su piattaforma web dove i candidati hanno potuto inserire la propria domanda autocertificando le proprie dichiarazioni e attestazioni.
 
 

La Regione Puglia ha inoltre deciso, in controtendenza rispetto alle altre Regioni, di pubblicare una graduatoria provvisoria che ha dato la possibilità ai candidati di verificare le proprie posizioni senza dover ricorrere al Tar. La verifica delle dichiarazioni rese in autocertificazione dai candidati ha comportato un anno di lavoro. Sono state coinvolte nella verifica diverse amministrazioni pubbliche su tutto il territorio nazionale: Ordini Professionali dei Farmacisti, Università, Asl, Inps, Camere di Commercio, Regioni. Le sedi a concorso sono attualmente 188 distribuite su tutto il territorio regionale. Si sta procedendo ora a definire le sedi che sono state oggetto di contenzioso, laddove Tar e Consiglio di Stato si sono pronunciati. A decorrere dalla pubblicazione sul Burp, contro il presente provvedimento potrà essere presentato ricorso al Presidente della Repubblica, nei termini e nei modi previsti dalle leggi.

 

 

 

Intanto scatta la fase dell’interpello: comincerà la Liguria, la prima regione ad aver completato e pubblicato la graduatoria per soli titoli: il 17 aprile i candidati in posizione utile riceveranno sulla loro casella pec una circolare con le istruzioni dettagliate per procedere alla comunicazione delle preferenze; ogni classificato, in particolare, dovrà indicare le sedi messe a concorso in ordine di gradimento e in numero uguale alla propria posizione nella graduatoria (una farmacia il primo, due il secondo e via di seguito). In tal modo, l’amministrazione potrà procedere all’assegnazione in un'unica tornata anziché un nominativo alla volta.

 

Come spiega la Regione Liguria sul proprio sito, i candidati avranno tempo dal 19 al 27 aprile per esprimere le preferenze, mediante il portale del Ministero che ha gestito l’iter amministrativo del concorso. Con il via libera della Liguria, la piattaforma sembra avere raggiunto la piena operatività anche per questa terza fase e dunque è lecito attendersi che, a ruota, anche le altre Regioni già a posto con la graduatoria diano il via agli interpelli. Tribunali permettendo, ovviamente: il Lazio, per esempio, sarà costretto ad attendere fino a maggio perché il Tar si esprima su alcuni ricorsi.

 

fonte: regione Puglia

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato