Istituto Poligrafico, nessun allarmismo per i bollini

Farmaci | Redazione DottNet | 16/04/2015 18:09

"E' sempre stata garantita e continuerà ad esserlo la fornitura per le cosiddette urgenze di farmaci oncologici, salvavita, vaccini e nuovi lanci di prodotto". E' quanto afferma in una nota l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato in relazione alla notizia dei settanta milioni di contrassegni, equivalenti ad altrettante scatole di medicinali, bloccati negli stabilimenti dei produttori a causa di problemi relativi alla stampa.

"La quasi totalità dei ritardi registrati - si legge - rientra nei termini previsti dalle forniture e la parte residua verrà riassorbita entro la seconda settimana di maggio.

L'IPZS desidera inoltre porre l'accento sul fatto che, come spiegano le stesse associazioni di categoria, in nessuna farmacia si sono registrati casi di carenza". E conclude: "risulta dunque chiaro che quanto accaduto nulla ha a che vedere con l'internalizzazione della produzione, peraltro non ancora partita, che semmai garantirà il totale monitoraggio in tutte le fasi, ma soprattutto genererà economie di scala tali da consentire l'abbassamento del costo del bollino e l'innalzamento dei livelli di sicurezza".

 

fonte: ipzs

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato