I medici pagheranno le prescrizioni inappropriate. Governo d'accordo

Francesco Napoleone | 22/04/2015 11:33

Se qualcuno deve pagare, è chi ha prescritto la prestazione inappropriata.

Le deliranti dichiarazioni delle ultime ore da parte di alcuni assessori regionali hanno creato sconcerto tra i camici bianchi, appare evidente che se tali idee dovessero trovare un concreto appoggio da parte del governo verrebbe meno l'universalità del nostro SSN.

L’inappropriatezza, dal momento che è una risorsa impiegata male, va fatta gravare su chi la induce non sul fruitore. Per questo va riconosciuto il danno sotto il profilo patrimoniale a carico di chi la eroga. E su questo punto c’è stata la massima condivisione da parte del Governo. A dichiararlo è Lucia Borsellino, assessore alla Sanità delle Regione Sicilia.

Se qualcuno deve pagare, è chi ha prescritto la prestazione inappropriata. E la sua è una responsabilità “patrimoniale” sottolinea l’assessore della regione Sicilia.

Lo sconcerto iniziale si sta trasformando in protesta spontanea, da parte dei tanti camici bianchi presenti su Twitter, con numerosi tweet, talvolta anche ironici contraddistinti dall’hashtag #MedicinaDelBorsellino.