Pierrel chiede ok FDA AD anestetico dentale e sito Capua

Odontoiatria | Redazione DottNet | 12/12/2008 11:07

L'italiana Pierrel SpA ha avanzato all'agenzia regolatoria americana Food and Drug Administration (FDA) la richiesta di registrazione delle specialità farmaceutiche 'Articaine Pierrel' (anestetico dentale), e la contemporanea autorizzazione del sito di Capua per la produzione di anestetici per il mercato statunitense. Lo riferisce l'azienda in una nota.

Il via libera alla produzione, che Pierrel prevede di ottenere "entro il secondo-terzo trimestre 2009", permetterà alla società "di attivare interamente il contratto di produzione siglato nel 2006 con la multinazionale americana Dentsply. Sia per la parte relativa ai prodotti destinati al mercato Usa, che nel 2007 sono stati pari a circa 35 milioni di pezzi, sia per gli ulteriori nuovi prodotti destinati principalmente al mercato europeo, ad oggi non ancora prodotti da Pierrel e che nel 2007 sono stati pari a circa 25 milioni di pezzi". E "sempre entro il secondo-terzo trimestre 2009 - continua il comunicato - è previsto l'ottenimento delle registrazioni per le specialità medicinali 'Articaine Pierrel'". Questi prodotti "andranno ad inserirsi in un segmento di mercato negli Usa molto interessante". Oltreoceano, infatti, il settore degli anestetici dentali ha registrato nel 2007 "un valore complessivo di circa 115 milioni di dollari - ricorda Pierrel - con una quota di mercato dell'articaina pari ad un controvalore di circa 50 milioni di dollari (in crescita del 12% rispetto al 2006)".
Le 'Articaine Pierrel' hanno attualmente solo due competitors, precisa l'azienda, che confida di "acquisire rapidamente significative quote di mercato grazie anche alla maggiore qualità e stabilità nel tempo della propria formulazione", si legge nella nota. "Siamo finalmente giunti alla fine di un percorso che ha coinvolto per quasi due anni la struttura di Capua con investimenti per oltre 12 milioni di euro - commenta Luigi Visani, amministratore delegato di Pierrel SpA - Dopo l'approvazione da parte della Fda, Pierrel sarà in grado di entrare sul mercato statunitense sia come produttore di anestetici dentali in outsourcing che come titolare di specialità farmaceutiche registrate presso la Fda, con interessanti prospettive crescita. Questa ulteriore internazionalizzazione ci permetterà di saturare quasi completamente la capacità produttiva dei nuovi impianti di Capua".

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato