Farmaci su internet: qualità sotto gli standard

Farmaci | Redazione DottNet | 28/04/2015 11:01

Promettono di curare di tutto, dal cancro al seno alla perdita dei capelli, e sono facili da acquistare, anche sulla base di una semplice autodiagnosi. Ma nella maggior parte dei casi i farmaci venduti online sono prodotti sotto gli standard, che contengono quantità eccessive o bassissime di sostanze non approvate o non dichiarate, come ha verificato uno studio condotto dall'Agenzia regolatoria inglese dei farmaci con l'azienda farmaceutica Pfizer.

Ad esempio una pillola alle erbe venduta per ingrandire il pene conteneva una minuscola dose di un solo farmaco da prescrizione malprodotto, mentre compresse vendute per l'ansia contenevano ingredienti contraffatti e altri non dichiarati, e quelle per perdere peso avevano un farmaco tuttora in sperimentazione e non autorizzato. Lo studio ha anche verificato come spesso questi farmaci siano anche confezionati in modo inappropriato, impacchettati magari in fogli di giornale o di carta stagnola senza indicazioni su dosi e possibili effetti collaterali. I produttori di questi farmaci fanno promesse da cui è difficile non essere catturati, anche perchè gli inviti e le pubblicità di farmaci online sono numerosissimi e pressanti: il 25% di tutte le email spazzatura che riceviamo contiene pubblicità di farmaci contraffatti o poco sicuri. Ma se qualcosa promette di essere una cura immediata per la propria malattia senza effetti collaterali, rileva lo studio, è troppo bella per essere vera. Nessun farmaco è privo di rischi. Quindi prima di comprare un farmaco su internet, concludono gli autori della ricerca, è bene pensarci due volte.

 

fonte: ansa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato