Cardiologi, è la politica che sceglie i primari

Redazione DottNet | 12/12/2008 16:49

Il mondo politico ha ''ormai le sue mani sulla sanità, visto che in sei casi su dieci è il politico a scegliere i primari negli ospedali''.

A denunciare questa situazione è Francesco Romeo, direttore della cattedra di Cardiologia all'università di Tor Vergata a Roma. ''I politici - ha detto - hanno voluto la gestione totale della sanità scegliendo i primari. Nei concorsi che vengono fatti, si presentano 10 persone. A scegliere poi in piena discrezionalità, indipendentemente dalla graduatoria, è il direttore generale''. Gli ultimi fortini da espugnare per i politici ''sono l'università e la cardiologia, con buona pace dei pazienti - ha concluso Romeo - è comunque sconcertante vedere politici, politicanti e media scandalizzarsi per una gestione accademica dei concorsi universitari e rimanere in silenzio di fronte alla cooptazione politica di chi andrà a dirigere come primario una divisione di cardiologia''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato