L'Omalixumab è di nuovo rimborsabile

Farmaci | Redazione DottNet | 15/12/2008 16:16

Il farmaco a base di omalixumab torna ad essere rimborsato dal Servizio Sanitario Nazionale.

L'Agenzia Italiana del Farmaco, dopo averne valutato l'efficacia e il profilo di sicurezza, ha riammesso omalizumab alla rimborsabilità dopo la sospensione dello scorso luglio. Il farmaco, sviluppato da Novartis ha da poco ricevuto il Premio Galeno come farmaco biotecnologico innovativo dell'anno. Come afferma G. Walter Canonica, Direttore della Clinica Pneumologica dell'Università di Genova - ''si rende disponibile la più straordinaria novità terapeutica degli ultimi 10 anni contro l'asma allergico grave non controllato, assicurando ai pazienti una migliore qualità di vita''. L'asma allergico ha infatti conseguenze drammatiche sulla vita dei pazienti. Il meccanismo d'azione di omalizumab blocca all'origine la reazione allergica infiammatoria. Inibisce l'azione dell'immunoglobulina E (IgE) e impedisce il legame con il suo recettore, interrompendo così sul nascere la catena degli eventi che portano a un attacco d'asma.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato