I farmaci cardiovascolari sono stati i più prescritti nel 2008

Redazione DottNet | 15/12/2008 16:22

Anche nel 2008 i farmaci del sistema cardiovascolare si confermano come la categoria più prescritta. Rappresentano infatti il 36% della spesa e il 49% delle dosi. In crescita anche antidepressivi e antiparkinson.

 E' quanto emerge dal Rapporto Nazionale redatto dall'Osservatorio sull'Impiego dei Medicinali (OsMed) sui primi nove mesi del 2008, presentato dall'Istituto superiore di sanità (Iss). Anche se sono i più prescritti, i farmaci del sistema cardiovascolare, le cui dosi sono aumentate del 7,1%, hanno visto calare la loro spesa del 2,9% rispetto al 2007. Le statine continuano a mantenere il primo posto nella categoria. A seguire come numero di prescrizioni, ci sono al secondo e terzo posto i medicinali dell'apparato gastrointestinali e metabolismo (pari al 14% della spesa territoriale e +11% prescrizioni) e quelli del sistema nervoso centrale (+6,2% prescrizioni). Tra questi ultimi in particolare il rapporto rileva un aumento degli antidepressivi (+13%) e degli antiparkinson (+3,4%), e una spesa più elevata come classe per antidepressivi e antiepilettici. Calano invece i consumi di antipsicotici e farmaci per la demenza, probabilmente per l'attivazione di programmi di distribuzione diretta o per conto. Da segnalare inoltre un sensibile aumento di spesa (+17,9%) e prescrizione (+21,3%) per i farmaci dermatologici, probabilmente per gli incrementi di quelli antipsoriasici. Come principio attivo quello con la spesa più elevata è stata l'atorvastatina, usata per l'ipercolesterolemia, mentre il più prescritto eè stato il ramipril (impiegato per l'ipertensione) con circa 43,9 dosi per mille abitanti, seguita dall'acido acetilsalicilico, adoperato come antiaggregante piastrinico.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato