Pht, le proposte di Federfarma e Sifo all'esame dell'Aifa

Redazione DottNet | 22/05/2015 12:16

E’ all'esame dell’Aifa la proposta congiunta Federfarma-Sifo per la revisione del Pht, il Prontuario della distribuzione diretta. Una delegazione delle due organizzazioni, guidata dalle presidenti Annarosa Racca e Laura Fabrizio, e composta, per il sindacato titolari, dal segretario nazionale Alfonso Misasi e dal consigliere di presidenza Michele Di Iorio, coordinatore del gruppo di lavoro congiunto che aveva elaborato lo schema di revisione, l'ha consegnata a Luca Pani, direttore dell'Aifa

La proposta, è stato spiegato a Pani, ripartisce i gruppi Atc che popolano il Pht in tre gruppi, distinti per canale distributivo. La suddivisione, in particolare, è stata effettuata in base a un ventaglio di criteri che comprendono le caratteristiche farmacologiche dei prodotti, le criticità di impiego, l’eventuale necessità di controlli da parte delle strutture pubbliche e il prezzo delle confezioni. Ne è così scaturita una “griglia” la cui utilità non si limita a riorganizzare il Prontuario nella sua attuale versione, ma anche ai futuri inserimenti nel Pht di nuovi farmaci.

Il primo gruppo, in sostanza, è costituito dalle specialità per le quali Federfarma e Sifo propongono il passaggio dal Pht alla distribuzione convenzionata, in base a valutazioni clinico-assistenziali ed economiche. Il secondo gruppo raccoglie invece i farmaci che in virtù dell’esperienza maturata e di considerazioni clinico-sociali possono essere mantenuti nel Pht, ma è consigliabile che le Regioni distribuiscano in dpc, cioè attraverso le farmacie del territorio. Il terzo gruppo, infine, riunisce i medicinali che, per criticità di carattere clinico-assistenziale, è opportuno vengano lasciati nel Pht e affidati alla distribuzione diretta delle farmacie ospedaliere o distrettuali (Asl e Ao).

Il dg dell’Aifa ha chiesto alle due organizzazioni un’analisi di maggiore dettaglio dell’impatto economico che avrebbe la revisione, approfondimento che soltanto Sifo e Federfarma possono condurre perché dispongono di dati utili.

 

 

fonte: federfarma

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato