Malati reumatici in rete: le associazioni si uniscono

Reumatologia | Redazione DottNet | 05/06/2015 17:45

Energia e coordinamento per raggiungere gli obiettivi comuni delle associazioni.

Un accordo di programma tra le Associazioni pazienti nazionali e territoriali dell'universo reumatologia, per realizzare un percorso comune di sensibilizzazione della popolazione e di progettualità condivisa a favore dei pazienti.

È l'accordo “Malati reumatici in rete”, siglato a Milano dai rappresentanti di 18 associazioni, che unite si presenteranno al Congresso europeo di reumatologia (EULAR) di Roma (10-13 giugno), per proporre richieste uniche e condivise alle Istituzioni.

«Con questo accordo - afferma Gabriella Voltan dell'Associazione Nazionale Malati Reumatici onlus (ANMAR) e referente coordinatore della Rete - si vuole dare più energia e coordinamento al raggiungimento degli obiettivi comuni delle associazioni. Nell'ambito socio-assistenziale mireremo a migliorare la qualità dei servizi diagnostici, terapeutici, psicologici, sociali, assistenziali e lavorativi, su tutto il territorio nazionale. Ci muoveremo, inoltre, anche su un secondo e non meno importante fronte: la creazione di percorsi atti all'applicazione di norme utili per le persone con queste patologie».

«Da quest'anno si inizia con uno sforzo congiunto, che permetterà sia di rendere più incisive e mirate le iniziative delle singole associazioni sia di unire le forze per migliorare in modo più concreto la vita dei malati reumatici - aggiunge Renato Giannelli, presidente ANMAR - In Europa esistono proficue collaborazioni tra le varie associazioni pazienti, come dimostrano importanti iniziative congiunte. È nostra intenzione raggiungere gli stessi risultati in Italia».

Fonte: anmar

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato