Il trattamento anti-HCV tollerato in caso di malattia renale

Medical Information Dottnet | 30/06/2015 18:23

Lo studio RUBY-1 ha evidenziato l’efficacia del trattamento con tre farmaci antivirali in pazienti con HCV e malattia renale terminale.

Lo studio clinico, multicentrico e open-label, di fase IIIb è stato condotto allo scopo di valutare l’efficacia e la sicurezza della terapia antivirale con tre farmaci ad azione diretta quali paritaprevir/ritonavir, ombitasvir e dasabuvir in pazienti affetti da epatite C (HCV) con genotipo 1 e malattia renale grave o allo stadio terminale.

Circa il 25% dei pazienti con malattia renale allo stadio terminale (compresi lo stadio 3, 4 e la dialisi) sono affetti dal virus dell'epatite C (HCV) ma non sono trattabili con  l'interferone nemmeno dopo il trapianto renale per evitare che si verifichi il rigetto dell’organo trapiantato. Inoltre, molti farmaci utilizzati per il trattamento dell’HCV vengono eliminati dai reni, cosa che rappresenta un problema in questa popolazione di pazienti, mentre i tre farmaci analizzati nello studio vengono eliminati dal fegato risultando quindi più adatti.

Sono stati inclusi nello studio pazienti adulti affetti da HCV con genotipo di tipo 1, con livelli di RNA dell’HCV superiori a 1.000 UI/ml al momento dello screening, non trattati precedentemente per l’HCV e affetti da malattia renale cronica con una velocità di filtrazione glomerulare stimata inferiore a 30 ml/min/1.73 m2. I pazienti selezionati sono risultati negativi per l'epatite B e l'HIV e non affetti da cirrosi.  Dei 20 pazienti arruolati circa il 65% dei pazienti era sottoposto a trattamento dialitico.

I pazienti sono stati sottoposti al trattamento della durata di 12 settimane con la co-formulazione ombitasvir-paritaprevir-ritonavir (25/150/100 mg/die) e al dasabuvir (250 mg/2 die). Per il genotipo 1a, è stata aggiunta alla terapia farmacologica la ribavirina  (200 mg/die), mentre il genotipo 1b non ha assunto ribavirina. La combinazione ombitasvir-paritaprevir-ritonavir è stata somministrata come unica compressa a dose fissa mentre il dasabuvir come compressa a parte. I pazienti con genotipo 1a hanno ricevuto 200 mg di ribavirina, che corrisponde al dosaggio appropriato per un paziente con malattia renale.

Al momento dell'analisi, 14 pazienti su 20 hanno completato le 12 settimane di trattamento con i tre farmaci con aggiunta o meno di ribavirina, i restanti pazienti hanno continuato il trattamento. I risultati ottenuti hanno dimostrato che, in seguito alla somministrazione dei tre farmaci,  i pazienti hanno raggiunto una risposta virologica sostenuta (SVR4) dopo 4 settimane di trattamento. La carica virale è stata rapidamente soppressa con il trattamento e non ci sono stati fallimenti virologici.  Un totale di 11 pazienti ha raggiunto una SVR4 e 2 hanno raggiunto una SVR12.

Non sono stati osservati eventi avversi gravi correlati al trattamento e nessun paziente ha richiesto l'interruzione dei farmaci a causa di eventi avversi. Inoltre, non sono state rilevate variazioni clinicamente significative dei marcatori della funzionalità epatica o renale.

In conclusione, la combinazione di paritaprevir/ritonavir, ombitasvir e dasabuvir, con o senza ribavirina, è stata ben tollerato in pazienti affetti da HCV con genotipo 1 e  malattia renale avanzata, compresi i pazienti sottoposti al trattamento emodialitico. Non si è verificata nessuna interruzione e nemmeno eventi avversi gravi associati al trattamento e tutti i 10 pazienti hanno raggiunto, dopo 4 settimane di trattamento, una risposta virologica sostenuta.

In futuro, lo studio sarà esteso a pazienti affetti da cirrosi e con malattia renale allo stadio terminale che verranno sottoposti allo stesso regime farmacologico per stabilirne l’efficacia e la sicurezza e anche per valutare se è possibile evitare l'uso di ribavirina.

Referenze:

Pockros PJ, Reddy K R et al. Safety of ombitasvir/paritaprevir/ritonavir plus dasabuvir for treating HCV GT1 infection in patients with severe renal impairment or end-stage renal disease: the RUBY-I study (L01). Presentato il 25 April 2015.