Specializzandi, non più sostituzioni dei medici di ruolo

Medicina Generale | Redazione DottNet | 01/08/2008 09:38

Non più sostituzioni dei medici di ruolo da parte degli specializzandi, contrarie alla legge 368/99: la Fedespecializzandi lancia un appello ai ministri dell'Istruzione e la Ricerca, Mariastella Gelmini, e del Welfare, Maurizio Sacconi, perchè venga applicata la legge che prevede ''la non sostitutività del personale di ruolo da parte del medico in formazione specialistica, la cui attività clinica deve essere assoggettata alle direttive del tutor e supervisionata''.

La Federspecializzandi auspica inoltre ''una maggior collaborazione'' tra i due ministeri e i rappresentati dei medici specializzandi, ''al fine di garantire la completa attuazione della legge 368/99 e la stesura di un protocollo attuativo univoco e nazionale''. Solo l'attuazione della legge, prosegue a nota, potrà infatti porre fine alla situazione in atto ''in numerosi atenei (tra cui Roma - La Sapienza, Padova, Modena, Napoli, Verona)'', dove ''in accordo con le direzioni sanitarie e generali degli ospedali facenti parte delle reti formative, i medici in formazione specialistica si vedono costretti a dover coprire guardie notturne e festive, in completa autonomia, con la sola reperibilità del personale di ruolo, pur non avendo i titoli richiesti per svolgere tali mansioni''. Provvedimenti come questi, rileva la Federspecializzandi, ''ledono il diritto alla salute dei cittadini, affidati a personale non specialistico, e il diritto alla formazione dei medici specializzandi che vengono sfruttati come manodopera a basso costo per sopperire alle carenze del Servizio sanitario nazionale, in aperto contrasto con la normativa vigente e le esigenze formative''

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato