Aifa, valutiamo i costi per il super farmaco contro il colesterolo

Redazione DottNet | 12/06/2015 15:22

"A breve l'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) inizierà l'esame dei dossier relativi al novo farmaco anticolesterolo da poco approvato dall'agenzia statunitense per i farmaci Fda e dall'Agenzia regolatoria europea Ema: nei prossimi mesi valuteremo i criteri per l'accesso da parte dei pazienti ed anche i termini per la rimborsabilità".

Lo ha affermato il direttore generale dell'Aifa, Luca Pani, avvertendo del fatto che il costo per il nuovo 'superfarmaco' potrebbe avere un "impatto enorme sul nostro Servizio sanitario nazionale". "Si tratta - ha spiegato Pani in occasione dell'incontro 'Concetti e linguaggi dell'innovazione farmacologica' all'Università La Sapienza di Roma - si tratta di un anticorpo monoclonale, i cui effetti vanno valutati con cautela. Secondo le indicazioni terapeutiche dell'Ema, il nuovo farmaco sarebbe destinato a coloro che 'non controllano bene il colesterolo con le statine'". Ciò lascia dunque supporre l'accesso al nuovo medicinale da parte di una consistente platea di pazienti: "Si potrebbe dunque aprire - ha sottolineato Pani - un fronte con un impatto enorme a livello di costi per il Ssn. Per questo l'Aifa dovrà definire i criteri per decidere quali pazienti potranno utilizzarlo, e si dovranno valutare i termini per la rimborsabilità".

 

Considerando che sono "migliaia" i farmaci innovativi, e dai costi molto alti, in arrivo, Pani ha rilevato come sia urgente pensare a delle soluzioni per garantire la sostenibilità del sistema: "Credo che la via - ha detto - sia quella di contabilizzare esattamente e certificare realmente i risparmi che si ottengono dall'introduzione dei nuovi medicinali, perché si tratta di spostare risorse del Sistema sanitario. E' fondamentale - ha concluso - ripensare dunque la governance del sistema".

 

 

 

fonte: aifa