Wyeth riduce esuberi Isf da 93 a 85

Redazione DottNet | 16/12/2008 16:21

Isf

Meno esuberi, 85 rispetto ai 93 previsti inizialmente, fra gli informatori scientifici del farmaco (Isf) di Wyeth. Questa la principale 'novità' presso la Confindustria di Latina, fra la direzione aziendale e la Rsu e Ugl Chimici. In particolare - riferisce il sindacato in una nota - Wyeth ha specificato che sono 5 gli Isf con i requisiti pensionistici, e che avrebbe individuato un'azienda farmaceutica probabilmente interessata ad una copromotion con l'assorbimento di circa 60 informatori.
 

Un accordo in merito potrebbe essere definito nei prossimi giorni. L'azienda ha poi ribadito la possibilità che l'azienda commerciale FederFarmaCo sia in grado di assorbire circa 10 lavoratori.
La Ugl Chimici - prosegue la nota - ha ribadito il concetto della volontarietà per gli Isf interessati ai percorsi previsti dall'azienda, ha chiesto un patto di stabilità per almeno 3 anni, e incentivi all'esodo in linea con il precedente accordo sindacale, pari a 28 mensilità. Infine un sostegno economico per i lavoratori che si agganciano alla pensione nel percorso di mobilità e per chi volontariamente aderisse alla mobilità a prescindere dai requisiti pensionistici. Per l'area commerciale di Aprilia, dei 12 esuberi, 4 lavoratori hanno i requisiti per la pensionabilità durante il percorso di mobilità, uno dovrebbe essere ricollocato in outsorcing con la società che gestirà il parco auto. Quanto poi allo stabilimento,
Wyeth, in seguito alle nostre richieste - fanno sapere i sindacati - ha rivalutato il numero degli esuberi portandolo da 93 a 88, specificando che solo 10 dipendenti potrebbero avere i requisiti per la pensionabilità. Inoltre Wyeth, rispetto all'ipotesi della terziarizzazione, sta valutando le aziende attraverso le quali attuare il processo di outsorcing dei servizi generali, mentre sta facendo una serie di riflessioni sull'opportunità della terziarizzazione del magazzino.
Ugl Chimici ha chiesto di valutare la possibile apertura di Cassa integrazione guadagni straordinaria, utile a garantire un ulteriore periodo di ammortizzatori sociali, ha chiesto garanzie per i lavoratori interessati all'outsorcing, ha chiesto un compenso economico in linea con il precedente accordo, e di incentivare l'adesione volontaria alla mobilità. Per il 18 dicembre - conclude la nota - è previsto un incontro con la società farmaceutica che prenderà in carico gli Isf, mentre il 19 ci sarà to un nuovo aggiornamento con Wyeth, nel quale sarà possibile capire se esistono le condizioni per raggiungere un accordo sindacale.