Gli ellagitannini: un prezioso alleato nella gestione dell’ulcera

Gastroenterologia | Medical Information Dottnet | 19/06/2015 12:47

Gli studi in vitro e in vivo hanno chiarito l’azione gastrica antinfiammatoria degli ellagitannini.

Uno studio condotto dai ricercatori dell’Università degli Studi di Milano, ha evidenziato che gli ellagitannini, contenuti nelle more e nei lamponi, presentano un meccanismo d’azione in grado di contrastare l’infiammazione gastrica.

Gli ellagitannini sono una classe di composti particolarmente complessi che esercitano diversi effetti benefici sull’organismo umano svolgendo un’azione antivirale, antiossidante e chemioprotettiva, oltre ad interagire con alcuni enzimi digestivi ed esplicare un’azione anti-infiammatoria a livello gastrico. L’effetto antinfiammatorio delle ellagitannine era già noto precedentemente, ed anche le loro proprietà antibatteriche dirette in maniera specifica contro l’Helicobacter pylori. Tuttavia, l’azione antiflogistica a livello gastrico non era chiarita.

Nello studio l’estratto di lampone è stato ottenuto dalla varietà Tulameen e quello di mora dalla varietà Lochness e sono stati caratterizzati gli ellagitannini contenuti. Mediante sperimentazioni in vitro ed in vivo è stato valutato l’effetto antinfiammatorio ed antiossidante dell’estratto e delle principali molecole identificate.

E’ stato osservato che la somministrazione dell’estratto di more e lamponi promuoveva un abbassamento della risposta trascrizionale e del rilascio dei mediatori pro-infiammatori a livello della mucosa gastrica di topi trattati con etanolo per indurre sperimentalmente le lesioni gastriche. Infatti, l’estratto contenente ellagitannine ha inibito la trascrizione del fattore nucleare NF-kB indotta dal mediatore infiammatorio tumor necrosis factor alfa (TNF-α) ed ha ridotto significativamente il rilascio di interleuchina 8 (IL-8) e di interlauchina 1β (IL-1 β). In particolare, sono state individuate come principali responsabili dell’azione antinfiammatoria le molecole sanguiin H-6 e lambertianin C. Inoltre, il trattamento con l’estratto ha ridotto l’incidenza di ulcere gastriche ed anche la risposta ossidativa indotta dal trattamento con etanolo. L’Ulcer Index (UI) è diminuito dell’88% e del 75% rispettivamente con l’estratto di mora e di lampone nel modello sperimentale animale. L'effetto antiulcera della mora, misurato in forma di UI, è risultato più elevato di quello del lampone probabilmente per il maggiore contenuto di ellagitannini nella mora (343 mg/100 g di frutto fresco) rispetto al lampone (155 mg/100 g di frutto fresco).

Complessivamente, questi risultati hanno messo in evidenza il potenziale farmacologico di questi composti e la loro possibile applicazione nel regime alimentari per la gestione dell’ulcera peptica.

Riferimenti bibliografici:

Sangiovanni Et All. Ellagitannins from Rubus berries for the control of gastric inflammation: in vitro and in vivo studies. PLoS One. 2013 Aug 5;8(8):e71762.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato