Accordo Aifa-Federfarma per uso appropriato dei farmaci

Farmaci | Redazione DottNet | 21/06/2015 17:30

E' stato siglato un protocollo d'intesa che amplia l'ambito di collaborazione sulla fornitura dei dati relativi ai medicinali erogati a carico del Servizio sanitario nazionale e dispensati attraverso le farmacie pubbliche e private all'Agenzia italiana del farmaco (Aifa).

A firmarlo, con l'obiettivo di attuare un più forte monitoraggio in favore dell'uso appropriato dei medicinali, sono state Aifa, Federazione Nazionale Unitaria dei Titolari di Farmacia Italiani (Federfarma), Federazione delle Aziende e Servizi Socio-Farmaceutici (A.S.SO.FARM.) e Promofarma S.R.L., società di Federfarma.

Con il Protocollo, spiega l'Aifa in una nota, ''Federfarma e Assofarm si impegnano, anche per il tramite di Promofarma, a integrare il flusso mensile dei dati già forniti, sin dal 1999, con il dettaglio sui ticket dei farmaci, nonché gli importi delle trattenute a carico delle farmacie e della scontistica a favore di queste ultime, dell'industria farmaceutica e della distribuzione intermedia. Inoltre sarà avviata la raccolta dei dati delle Distinte Contabili Riepilogative (DCR) consegnate mensilmente dalle farmacie associate a Federfarma e ad Assofarm al Servizio Sanitario Nazionale''. Viene inoltre costituito un gruppo di lavoro tecnico congiunto tra le parti, con l'obiettivo di accrescere il livello di garanzia fornito dalle farmacie agli utenti, verificando le possibilità, in accordo con il Ministero della Salute, di rendere disponibili alla filiera informazioni relative all'abbinamento tra singola "targa" del medicinale e numero di lotto e data di scadenza del medicinale. Nell'ambito del Protocollo l'Agenzia, da parte sua, rinnova il proprio impegno al periodico aggiornamento dell'elenco del Prontuario Ospedale-Territorio (PHT).

"L'AIFA così come le Associazioni di categoria attribuiscono grande importanza allo sviluppo della sanità digitale - ha affermato il direttore generale Luca Pani - e per questo è fondamentale la condivisione dei dati in ambito farmaceutico. Il Protocollo siglato oggi costituisce un'ulteriore passo in avanti al fine di creare strumenti sempre più affidabili e precisi nel monitoraggio della dispensazione dei farmaci e del loro uso appropriato".

 

Le farmacie sono ''sempre più impegnate nel monitoraggio delle ricette e questo accordo amplia una collaborazione ormai consolidata e conferma il ruolo attivo delle farmacie nel monitoraggio della spesa farmaceutica e dei consumi'', commenta afferma Annarosa Racca, presidente di Federfarma.

''In base a tale intesa - rileva Racca in una nota - le farmacie private e pubbliche, per il tramite di Promofarma, si impegnano a fornire all'Agenzia del Farmaco ulteriori dati contenuti nelle ricette SSN, ad integrazione di quelli già forniti mensilmente dal 1999''. Saranno così ''implementati - prosegue - i dati delle ricette che, forniti alla parte pubblica con continuità e gratuitamente da anni, hanno fatto della spesa farmaceutica convenzionata una delle poste più trasparenti e controllate del bilancio pubblico''. Secondo Racca, inoltre, ''un punto saliente dell'accordo è l'impegno dell'Aifa a rivedere periodicamente il PHT (prontuario della continuità assistenziale ospedale territorio) per far sì che i cittadini possano trovare agevolmente nella farmacia più vicina tutti i farmaci per i quali non sia necessario un controllo diretto da parte della struttura sanitaria pubblica''.

 

 

Fonte: aifa, federfarma

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato