Oltre la metà degli italiani si fida del privato

Redazione DottNet | 01/08/2008 09:39

Il 59% degli italiani ha fiducia del privato nell'attuazione, totale o parziale, di un servizio pubblico, come ad esempio la sanità. E' questo il risultato di una ricerca effettuata dall'istituto Ispo e presentata da Renato Mannheimer nel corso dell'assemblea nazionale dell'Aiop (l'Associazione italiana ospedalità privata) ad Altafiumara di Villa San Giovanni.

Alla domanda ''lei affiderebbe ad un privato l'attuazione parziale o totale di un servizio pubblico - come ad esempio la sanità - a parità di costi, di qualità e di sicurezza?'', il 17% ha risposto ''lo affiderei totalmente ad un privato'', il 42% ''si, lo affiderei parzialmente anche ad un privato'', mentre il 39% ha risposto no. Dalla ricerca emerge anche che per il 60% degli intervistati, in materia di sanità ''è meglio la libera competizione tra strutture private e pubbliche'', mentre il 35% si dice favorevole al monopolio pubblico. Il 30% degli intervistati ha detto poi di conoscere con chiarezza la disposizione che permette di utilizzare sia ospedali pubblici che ospedali privati ed il 44% (con un totale, dunque, del 74%) ha detto di conoscerla avendone una vaga idea. Dalla ricerca emerge poi che il 78% degli intervistati esprime un giudizio positivo (molto il 31% e abbastanza il 47%) sulla possibilità di utilizzare ospedali pubblici e ospedali accreditati a parità di costo.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato