Illeciti, il 13 per cento riguarda le farmacie private

Redazione DottNet | 25/06/2015 14:24

Il 26% delle Aziende sanitarie pubbliche, una su quattro, ha ricevuto nel 2014 almeno una segnalazione di illecito. Critica la situazione nei controlli esterni. Anche le farmacie private sono finite nel mirino delle indagini.

Più critica la situazione nei controlli esterni, dove un 17% di irregolarità si è registrata sui rapporti con le strutture convenzionate, il 13% nella vigilanza sulle farmacie private, l'11% nell'attività di sanità pubblica. Ma a due anni di distanza dalla legge sulla prevenzione della corruzione 190 del 2012 tutte le aziende hanno investito nella prevenzione della corruzione e nella trasparenza e l'88% ha messo in piedi un meccanismo di monitoraggio del Piano anti-corruzione. Gran parte di Asl e Ospedali si è già attrezzata per mettere pratica un Piano anticorruzione (anche se poche con un sistema informativo dedicato) tant'è che l'88% ne ha già effettuato il monitoraggio.

L'adozione di procedura di segnalazione delle frodi è stata dichiarata dal 73% delle aziende e nel 58% dei casi è stata prevista una procedura per segnalare miglioramenti organizzativi in funzione di trasparenza e legalità, mentre il 17% delle aziende ha un "coordinatore dei controlli"e il 32% del campione ha adottato un bilancio "sociale".

 

fonte: ansa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato