Governo e ministero della Salute diffidati per i turni massacranti

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 09/07/2015 17:29

"Una diffida nei confronti della presidenza del Consiglio dei ministri e del ministero della Salute è stata notificata da Consulcesi (gruppo che si occupa della tutela legale dei medici), in rappresentanza di più di 350 medici, per la violazione della direttiva comunitaria" sul limite massimo di ore lavorative e "contro i turni massacranti".

Lo ha spiegato l'amministratore delegato di Consulcesi, Andrea Tortorella, a margine della consegna a 225 medici pugliesi dei nove milioni di euro di risarcimento riconosciuti loro da una sentenza che condanna lo Stato per il "non corretto" pagamento degli anni di specializzazione tra il 1982 e il 2006. "Per conto di oltre 350 medici - sottolinea Tortorella - abbiamo notificato una diffida, una messa in mora alla presidenza del Consiglio dei ministri e al ministero della Salute, per la violazione della direttiva comunitaria (2003/88) che prevede un limite massimo per le ore di lavoro settimanali, e degli obblighi di riposo minimo giornaliero e settimanale nei confronti di tutti i lavoratori" dai quali "il legislatore italiano, però, ha escluso i medici". "Credo - ha concluso - che a questi livelli, e con questi numeri, la nostra sia" la prima azione legale in questo senso.

 

 

Fonte: ansa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato