Aifa, aggiornato l'algoritmo per le terapie contro l'epatite C

Redazione DottNet | 10/07/2015 14:58

E' stato pubblicato sul sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa), l'aggiornamento dell'algoritmo per la scelta della terapia per l'epatite C cronica, realizzato in collaborazione con l'Associazione Italiana per lo Studio del Fegato (Aisf). "L'Algoritmo - evidenzia in una nota Aifa - è stato innanzitutto aggiornato con gli ulteriori schemi terapeutici che si sono resi disponibili per la cura e che, pertanto, prevedono ora tutti i farmaci che Aifa ha valutato con la massima priorità per incrementare le opzioni terapeutiche disponibili nella cura dell'infezione da Hcv".

"Nell'ambito della necessaria programmazione di modulazione di accesso alle nuove terapie che ha previsto, in via prioritaria, il trattamento dei pazienti in base ad un criterio di urgenza clinica, e a conferma della volontà di mettere a disposizione questi farmaci per il maggior numero di pazienti, pur garantendo una spesa sostenibile per l'Ssn, l'algoritmo è stato aggiornato anche con il gruppo di pazienti con epatite ricorrente HCV-RNA positiva del fegato trapiantato, stabile clinicamente e con livelli ottimali di immunosoppressione" sottolinea ancora Aifa.

Sono state inoltre inserite alcune note iniziali sul ritrattamento dei pazienti che non hanno risposto a farmaci ad azione antivirale diretta di I e II generazione, nonché la precisazione che nell'algoritmo sono presi in considerazione i parametri che influiscono sulla scelta terapeutica indipendentemente dalla presenza o meno di coinfezioni o comorbidità. "L'algoritmo è una risorsa preziosa a cui sia il medico che il paziente possono accedere liberamente online" conclude il direttore generale dell'Aifa Luca Pani, mentre il segretario Aisf Marco Marzioni evidenzia che "lo scopo è offrire un valido supporto al clinico nella scelta della terapia ottimale".

 

 

fonte: aifa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato