Codice argento per gli anziani ospedalizzati: al via in quattro regioni

Redazione DottNet | 18/12/2008 14:20

Un codice argento per identifica al pronto soccorso gli anziani cosiddetti fragili e una rete di servizi di collegamento tra ospedali e territorio coordinata da nuove figure professionali: angeli custodi o, come sono chiamati nel mondo anglosassone case manager.

 Sono i punti chiave del progetto ''codice argento'' che partirà in via sperimentale per tre anni dai primi mesi del 2009 in Veneto, Toscana, Lazio e Sicilia. ''L'obiettivo - ha detto il sottosegretario alla Presidenza del consiglio Paolo Bonaiuti - è quello di offrire un servizio di assistenza e solidarietà. Un esempio di politica del fare di questo governo''. Il progetto, voluto dal sottosegretario al Welfare con delega alla Salute Ferruccio Fazio è stato presentato anche dal direttore scientifico dell'Irccs San Raffaele di Roma, Massimo Fini che ha ideato il nuovo percorso di assistenza. In sostanza agli anziani verrà garantita una corsia preferenziale dal primo momento di arrivo al pronto soccorso fino all'assistenza sul territorio. Il quadro verrà completato però solo con l'avvio del progetto di assistenza h.24 per garantire, ha aggiunto Fazio, cure continuative sul territorio: in sostanza la riforma della medicina di base con l'obbiettivo di ridurre ricoveri impropri e intasamenti dei pronto soccorso. Con il progetto ''codice argento'' che costerà 500 mila euro, soprattutto per la formazione delle nuove figure professionali si spera di ottenere anche un risparmio che gli studi internazionali valutano fino al 20% della spesa per l'assistenza di questi pazienti.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato