Oncologia e etica: nuove linee guida negli ospedali

Redazione DottNet | 15/07/2015 18:51

Arriverà presto nei reparti ospedalieri la Carta di Ragusa, il primo documento del suo genere in Italia, pensato per migliorare l'etica in un campo delicato come quello dell'oncologia. Realizzata dall'Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) e frutto del lavoro di un team multidisciplinare si basa su quattro parole chiave: condivisione delle scelte, empatia nella relazione medico-paziente, equità di accesso alle cure innovative e valorizzazione della ricerca clinica.

L'obiettivo è migliorare l'integrazione dell'etica sia nell'organizzazione del sistema sanitario che nei comportamenti dei singoli professionisti "attraverso un documento che vuole diventare una sorta di Carta dei Doveri per tutti gli specialisti coinvolti nella cura del cancro", afferma Carmine Pinto presidente nazionale AIOM. In particolare si legge nel primo punto, "l'oncologo deve sempre più tenere in considerazione le esigenze della persona assistita e dei familiari. Senza dimenticare di prestare molta attenzione alle possibili differenze culturali, dato che curiamo anche molte persone di origine straniera".

 

 

Sono da evitare da parte di tutto il personale sanitario "atteggiamenti ostili verso la sofferenza del malato e dei caregivers. E' fondamentale stabilire invece una proficua alleanza emotiva". I professionisti devono coinvolgere la persona assistita nel processo decisionale "fornendo una informazione adattata ai bisogni individuali", al fine di "garantirgli la libertà di scelta". Al malato deve inoltre essere "garantita la continuità nel rapporto con i propri sanitari in tutte le fasi della malattia" e il medico deve "assicurare la condivisione partecipata delle scelte di fine vita". Infine, "non deve essere il clinico - prosegue la Carta - a far prevalere considerazioni economiche sulla valutazione rischio-benefici delle possibili scelte terapeutiche".

 

 

Fonte: aiom

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato