Curare i denti riduce il rischio di malattie cardiovascolari

Redazione DottNet | 18/12/2008 19:03

cardiologia

Una corretta igiene orale può ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. Lo dimostra uno studio italiano.

A condurlo sono stati i ricercatori dell'Università degli studi di Milano insieme a quelli dell'ospedale Sacco e della Fondazione Don Gnocchi, che hanno pubblicato i risultati sulla rivista The Faseb Journal. I ricercatori hanno osservato che nei soggetti sani colpiti da malattia paradontale (cioè dall'infiammazione delle strutture che sostengono i denti) si hanno alterazioni metaboliche e infiammatorie che aumentano il rischio cardiovascolare. Ma lo studio dimostra anche che questo rischio diminuisce curando la malattia: infatti si riduce lo spessore delle placche aterosclerotiche che ostruiscono i vasi sanguigni e si migliorano i parametri infiammatori e immunologici responsabili dello sviluppo delle placche stesse. Secondo gli autori dello studio, questi risultati ''aprono prospettive di enorme importanza per la predisposizione di terapie di prevenzione delle malattie cardiovascolari basate sul semplice mantenimento di una corretta igiene dentale''.