Mnfl, la fascia c va liberalizzata anche per il Parlamento

Farmaci | Redazione DottNet | 17/07/2015 17:03

"La lettura degli emendamenti al Ddl Concorrenza (C. 3012) in discussione presso le Commissioni Finanze e Attività Produttive evidenzia una realtà: maggioranza e opposizione vogliono la liberalizzazione de farmaci di fascia C". Così Agnese Antonaci, Vice

Quando viene espressa una volontà trasversale - continua Antonaci - così importante per numero di emendamenti e origine degli stessi, non si può far finta di niente ed è necessario tradurre questa volontà in legge”. La liberalizzazione dei farmaci di fascia C è richiesta dai consumatori, dai professionisti e perfino da organismi importanti come il Fondo Monetario Internazionale che chiede modifiche sostanziali all'attuale accesso alla professione di farmacista, dicono al Mnfl.

“La volontà trasversale di cambiamento deve essere tradotta in norma e i due relatori del Ddl non potranno non tenerne conto quando presenteranno le proprie osservazioni – incalza Antonaci -.
Il governo colga al volo questa possibilità di creare 5000 nuovi posti di lavoro, 3000/3500 nuove aziende, risparmi per 500 milioni l'anno e 700 di nuovi investimenti” Il Ddl Concorrenza è una tessera importante di quel mosaico che per l'Italia si chiama "crescita economica", depotenziarlo per ascoltare i veti minoritari dei portatori d'interessi corporativi sarebbe un grave errore, conclude l'esponente di Mnlf.

 

Fonte: mnfl

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato