Influenza dell'eradicazione dell'Helicobacter pylori nella riduzione dell'incidenza del cancro gastrico

Redazione DottNet | 19/12/2008 14:10

L’associazione tra l’infezione cronica da Helicobacter pylori e lo sviluppo di cancro garstrico è già epidemiologicamente definita, ma la possibilità di prevenirlo mediante l’eradicazione dell’H. pylori non è clinicamente determinata. E’ stato perciò condotto uno studio dal dott. Ogura e colleghi, presso l’università di Tokyo.

Sono stati arruolati allo studio, 304 pazienti con infezione cronica da H. pylori, 404 in cui l’infezione era stata precedentemente eradicata e sono stati sottoposti a visite endoscopiche annuali per valutare lo sviluppo del cancro gastrico. Con una media di 3.1 anni per il primo gruppo e 3.2 anni per il secondo gruppo, in 13 e 6 pazienti rispettivamente, è stato diagnosticato un cancro gastrico. L’incidenza totale dello sviluppo di cancro gastrico è statisticamente significativa tra i due gruppi (P=0.019; log-rank test). L’hazard ratio (HR) dell’eradicazione dell’H. pylori è stata di 0.335 attraverso il modello di Cox (P=0.047). Il cancro gastrico differenziato è stato individuato in 11 pazienti appartenenti al gruppo con infezione cronica e in 3 appartenenti al gruppo dell’eradicazione. L’incidenza del cancro gastrico differenziato è risultata significativamente differente tra i due gruppi (P=0.017), ma non lo è stata per quanto riguarda il cancro gastrico indifferenziato (P=0.847). I risultati suggeriscono che l’eradicazione dell’H. pylory riduce l’incidenza del cancro gastrico.
Per saperne di più
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato