Cosmetica in farmacia: il 2015 chiuderà con un più 1,5%

Redazione DottNet | 23/07/2015 14:04

Nel 2015 dovrebbe crescere dell’1,5% il mercato del cosmetico in farmacia, per un giro d’affari che a fine anno dovrebbe avvicinarsi a i due miliardi.

La stima arriva dalla consueta Indagine congiunturale di metà anno del Centro studi di Cosmetica Italia, l’associazione che rappresenta le aziende del comparto. Presentato ieri a Milano, il rapporto invita a un moderato ottimismo: il settore nel suo insieme dovrebbe toccare a fine anno un giro d’affari superiore ai 9,4 miliardi di euro, con le esportazioni a fare ancora una volta da locomotiva (+8%).

Per quanto concerne gli andamenti nei singoli canali di vendita, la farmacia riesce a mantenere inalterata la fiducia dei consumatori ma le performance migliori avvengono altrove: le erboristerie dovrebbero crescere a fine anno del 3%, le vendite dirette (online e porta a porta) del 5%. Fanno invece peggio il mass market (0,7%), le profumerie (-1%) e tutti i canali professionali (-2,7%).

«Il consumo di cosmetici in farmacia» è la riflessione che arriva dall’Indagine «mostra da alcuni trimestri deboli segnali di difficoltà, legati sicuramente alla rimodulazione delle opzioni di acquisto. Sicuramente l’elemento di sviluppo futuro sarà il rafforzamento della filiera, il contatto costante tra industria e distribuzione: entrambi investono sinergicamente sull’identità della farmacia, sul posizionamento e sulla caratterizzazione dei suoi clienti»

 

fonte: cosmetica italia, federfarma

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato