Tosse per 1 mln di piccoli italiani, 70 mila casi di polmonite

Redazione DottNet | 19/12/2008 14:34

Notti agitate per 1 milione di bambini e ragazzini italiani. Tanti, infatti, sono gli “under 18” afflitti in questi giorni dalla tosse, che in 700 mila casi colpisce i più piccoli, da 0 a 6 anni. Per 70 mila bambini, però, la tosse è solo un segno di un problema ben più grave: la polmonite. Le stime arrivano da Italo Farnetani, pediatra e docente a contratto dell'Università di Milano-Bicocca, che sottolinea come quest'anno i casi di polmonite siano arrivati in anticipo, complice l'ondata di maltempo.

 

Di solito questa malattia respiratoria raggiunge un picco in febbraio, ma quest'anno l'ondata di brutto tempo ha favorito un anticipo dei casi. "Ma non bisogna drammatizzare, pensando che dietro ogni tosse ci sia una polmonite. Oltretutto questa patologia può manifestarsi anche in assenza di colpi di tosse, ma con un febbre, anche bassa, che non passa, difficoltà a respirare, stanchezza e inappetenza". Ogni anno, poi, c'è in agguato un agente patogeno insidioso, che spesso causa bronchiti e polmoniti 'atipiche'. "Si tratta del micoplasma, un germe curabile con antibiotici che dà sintomi sfumati, febbre, piccoli addensamenti nei polmoni", spiega Renato Cutrera, responsabile della Broncopneumologia dell'Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. L'esordio può essere subdolo, con poca febbre mai alta, tosse, dolore toracico, astenia - prosegue il pediatra dell'ospedale romano -Si tratta di un microrganismo che risponde bene agli antibiotici macrolidi.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato