Consulcesi, irregolarità per i test in medicina

Professione | Redazione DottNet | 06/08/2015 19:04

Seimila i candidati esclusi, pronti a scendere in campo gli avvocati

"Sono oltre 6mila i camici bianchi che non hanno superato il test e numerose irregolarità sarebbero state riscontrate in tutta Italia nel corso delle prove per l'accesso alle scuole di specializzazione in area medico-sanitaria per il 2015-2016''. Lo denuncia Massimo Tortorella, presidente di Consulcesi Group, in merito alla pubblicazione delle graduatorie relative ai test di ammissione alle scuole post-laurea: ''Anche in questo caso, come già in passato - annuncia - siamo pronti ad affiancare nei ricorsi i giovani medici che ritengono di essere stati danneggiati''.

''Sono già molti - spiega Tortorella in una nota - gli aspiranti specializzandi che hanno preso parte ai test ed hanno contattato i consulenti legali di Consulcesi per chiedere un sostegno alla luce delle tante irregolarità che avrebbero riscontrato nel corso delle prove: anomalie al software, computer privi di tastiera, controlli deficitari e mancata schermatura delle aule per rendere impossibile l'accesso ad internet. In aggiunta, problematiche sono state verificate anche nelle domande sottoposte ai candidati: ad esempio, nel test erano presenti quesiti riconducibili all'area pre-clinica, quando il bando, invece, non le prevedeva. Tanti sono, insomma, i problemi che hanno impedito il regolare svolgimento della prova''.

''L'ondata di ricorsi che sta montando porterà ancora una volta alle conseguenti ammissioni in sovrannumero dei candidati ingiustamente esclusi'', avverte Consulcesi ricordando che il Tar ''ci ha già dato ragione per la riammissione di tutti gli studenti esclusi dal test a Medicina con i ricorsi 10628/2014 e 10629/2014''

 

fonte: ansa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato