Le scorte del siero contro il veleno dei serpenti sono quasi terminate

Farmaci | Redazione DottNet | 07/09/2015 15:01

La produzione del farmaco salva vita è stata interrotta nel 2014

 Entro il prossimo anno il mondo finirà le scorte di Fav-Afrique, un siero contro il veleno di diversi serpenti che oggi salva la vita a decine di migliaia di persone ogni anno, soprattutto nei paesi in via di sviluppo. Lo denuncia in un comunicato l'Ong Medici Senza Frontiere, secondo cui Sanofi Pasteur, l'azienda che produce il farmaco, ha interrotto la produzione lo scorso anno, e le scorte dureranno al massimo fino al prossimo giugno.

"Stiamo per affrontare una vera crisi - afferma Gabriel Alcoba di Msf -, non ci saranno alternative per almeno altri due anni. L'Oms dovrebbe coordinare gli sforzi per risolvere il problema".

Secondo Msf, ogni anno 5 milioni di persone nel mondo sono vittime di un morso di serpente, un problema che fa 100mila morti e centinaia di migliaia di persone con disabilità e amputazioni l'anno. L'azienda, riferisce il sito della Cbs, si è però difesa affermando che la chiusura della produzione era già stata annunciata nel 2010. "Ci meraviglia che ci si accorga solo ora del problema - ha spiegato un portavoce della compagnia -. Noi abbiamo offerto la tecnologia per produrre il siero a chiunque fosse interessato, ma nessuno si è fatto avanti".

 

fonte: msf

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato