Le donne diabetiche sono più a rischio infarto

Cardiologia | Redazione DottNet | 15/09/2015 15:54

Secondo lo studio dell'Easd, le donne hanno un più 34% di rischi cardiaci

Il diabete mette a dura prova il cuore delle donne, più di quello degli uomini. Rispetto ai maschi, infatti, le donne hanno un rischio più alto del 34% di infarto. E' quanto emerge da uno studio italiano svolto in Toscana e presentato al 51/mo meeting dell'Easd, l'Associazione europea per lo studio del diabete, a Stoccolma. Per lo studio, retrospettivo di follow up durato otto anni (dal 2005 al 2012) e condotto da Giuseppe Seghieri dell'Agenzia regionale sanità, e dai suoi colleghi, sono stati analizzati i dati dei ricoveri negli ospedali toscani, dei registri demografici regionali e un database dei pazienti diabetici. Su circa 3,2 milioni di abitanti sopra i 16 anni (47% maschi), 24.605 sono stati i ricoveri per infarto miocardico acuto, 26.953 quelli per ictus ischemico, 17.628 quelli per insufficienza cardiaca congestizia.

Nel dettaglio, i ricoveri per problemi cardiaci sono risultati maggiori come numero fra gli uomini, ma, dopo un aggiustamento per età, il rischio correlato al diabete risultava superiore nelle donne rispetto agli uomini ospedalizzati per infarto, del 34%. Il gap di genere si riscontrava dai 45-54 anni ai 75-84 anni, ma con la più alta differenza nella classe di età 45-54 anni. Il gap tra i due sessi valeva anche per ictus e insufficienza cardiaca congestizia, fra 55-64 e 75-84 anni, con un picco nella decade 55-64 anni. I dati sullo 'svantaggio' femminile sembrano confermati anche da un'altra ricerca, questa volta cinese, presentata sempre all'Easd. Si tratta di una revisione sistematica di 19 studi che coprono quasi 11 milioni di pazienti da cui emerge che le donne diabetiche hanno circa il 40% in più di probabilità di soffrire di sindrome coronarica acuta (infarto o angina).

 

fonte: easd

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato