Tumori: olio extravergine, ceci e fagioli per proteggersi

Nutrizione | Redazione DottNet | 23/12/2008 11:11

La lotta ai tumori comincia a tavola. Il menù degli alimenti con proprietà anti-cancro si allunga ancora: olio extravergine d'oliva, ma anche fagioli e ceci. Lo rivela uno studio condotto dall'equipe dell'endocrinologa Maria Luisa Brandi, nei laboratori del Dipartimento di medicina interna dell'università di Firenze, che lascia ben sperare. Dopo essere state trattate con questi alimenti, le cellule malate hanno rallentato sensibilmente lo sviluppo.

 

Ad illustrare i risultati ottenuti è la stessa Brandi, intervenuta ad un convegno scientifico sui prodotti tipici, organizzato dal Centro di ricerca e valorizzazione degli alimenti (Cera), una struttura interdipartimentale che fa capo all'ateneo fiorentino. "Solo con la biologia molecolare - premette l'esperta - sapremo davvero perché certi cibi fanno bene o male alla salute". I test sono stati condotti in vitro, utilizzando due identiche colture di cellule umane di cancro del colon, ovvero due nuclei con un numero di cellule equivalenti, 10 mila circa. Per 12 giorni consecutivi uno dei nuclei è stato lasciato a se stesso, mentre l'altro ha ricevuto un trattamento a base di olio extravergine di oliva, ceci e fagioli. Tutti prodotti rigorosamente tipici. I ricercatori ne hanno fatto un estratto e ne hanno ricavato una polvere che è stata poi dissolta nella coltura delle cellule cancerose. La proliferazione di entrambe le masse tumorali è stata controllata ogni 48 ore e dopo poco meno di due settimane il risultato è apparso evidente. Le cellule non trattate si sono sviluppate in misura esponenziale, da 10 mila a 980 mila, mentre l'altro gruppo è rimasto abbondantemente sotto le centomila cellule, arrivando per l'esattezza a quota 86 mila, ovvero circa 12 volte in meno. "E' presto per dire se questo eccezionale processo possa ripetersi sull'uomo - precisa la Brandi - ma di sicuro lo possiamo ipotizzare. Gli effetti sono talmente marcati da lasciar pensare che un opportuno consumo quotidiano di olio extravergine di oliva e di legumi un paio di volte a settimana rappresenti un'azione preventiva nei confronti del tumore del colon". I dati dovranno essere confermati dalla sperimentazione sull'uomo.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato