Il profilo di sicurezza e la tollerabilità dell’exenatide

Diabetologia | Medical Information Dottnet | 16/09/2015 12:56

Uno studio comparativo ha dimostrato che l’exenatide una volta a settimana causa meno episodi di ipoglicemia ed eventi gastrointestinali.

L’exenatide, assunto una volta alla settimana (exenatide QW), è un agonista recettoriale del peptide 1 simile al glucagone (GLP-1RA) utilizzato nel trattamento del diabete di tipo 2. La sicurezza e la tollerabilità sono punti chiave nella scelta del trattamento. In questa analisi è stato esaminato il profilo di sicurezza e tollerabilità dell’exenatide QW, di un altro trattamento GLP-1Ras approvato (exenatide assunto due volte al giorno e liraglutide una volta al giorno) e di un gruppo di farmaci non-GLP-1RA di uso comune.

Sono state analizzate le popolazioni di pazienti provenienti da otto studi clinici randomizzati di fase III controllati per 24 settimane e 30 settimane. I dati sono stati raggruppati e analizzati insieme per l’exenatide QW, per l’exenatide due volte al giorno e i gruppi di confronto non-GLP-1RA; il confronto tra exenatide QW e liraglutide è stato effettuato a parte per studiare meglio i gruppi. L'incidenza di eventi avversi collegati al trattamento è stata calcolata con un intervallo di confidenza del 95% e l’incidenza è stata corretta per l’esposizione. Per gli eventi avversi gastrointestinali e quelli di maggiore importanza è stata valutata la durata e le ricorrenza.

L'incidenza di eventi avversi gravi non differiva tra i trattamenti. Le interruzioni a causa di eventi avversi si sono verificate meno di frequente con exenatide QW che con altri GLP-1RA ma con maggiore frequenza rispetto al trattamento non GLP-1Ra. Gli eventi avversi più frequenti nei gruppi GLP-1Ra sono stati quelli gastrointestinali e generalmente di entità moderata, con una diminuzione dell’incidenza nel corso del tempo. L’incidenza di eventi avversi gastrointestinali è apparsa inferiore con la somministrazione di exenatide QW rispetto agli altri GLP-1RA e superiore in confronto al trattamento con farmaci non GLP-1Ra. Gli eventi avversi al sito di iniezione sono risultati maggiori con exenatide QW, ma in genere non hanno portato alla sospensione del trattamento e sono diminuiti nel corso del tempo. L'ipoglicemia è stata infrequente nel complesso, ma si è verificata con maggiore frequenza nel gruppo di confronto non-GLP-1RA ed è aumentata con l'uso concomitante di sulfonilurea. La pancreatite, il cancro alla tiroide, l’insufficienza renale e patologie della colecisti sono stati segnalati raramente.

In conclusione, il profilo di sicurezza e tollerabilità dell’exenatide QW è risultato simile a quella di altri GLP-1RAs, con una migliore tollerabilità gastrointestinale. Il profilo di sicurezza e la tollerabilità dell’exenatide QW rispetto ai farmaci non-GLP-1RA di confronto è stato simile in generale, ad eccezione di una minore incidenza di ipoglicemia e di alcune differenze previste negli eventi avversi gastrointestinali e in corrispondenza del sito di iniezione.

Riferimenti bibliografici:

MacConell L, Gurney K, Malloy J, Zhou M, Kolterman O. Safety and tolerability of exenatide once weekly in patients with type 2 diabetes: an integrated analysis of 4,328 patients. Diabetes Metab Syndr Obes. 2015 May 18;8:241-53.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato