Ddl concorrenza, sì dalla Commissione ma con modifiche

Redazione DottNet | 16/09/2015 17:00

In Commissione passa il disegno di legge sulla concorrenza, ma sono state rilevate alcune difformità che vanno risolte

La Commissione Affari sociali della Camera ha dato parere favorevole al disegno di legge sulla Concorrenza "ma con alcune osservazioni in merito alla distribuzione delle farmacie sul territorio". Nessun riferimento ad altre questioni, oggetto nei giorni scorsi di molte polemiche, come la mancata apertura del mercato dei medicinali di fascia C con ricetta e l'ingresso di società di capitale nella proprietà di questo tipo di esercizi.

Lo rende noto la relatrice del testo, Maria Amato (Pd), sottolineando che "le problematiche legate alle farmacie non sono solo quelle del mercato e forse i tempi sono maturi per rivedere il tutto in maniera sistematica". Il ddl prevede che, nei comuni fino a 6.600 abitanti, le farmacie in sovrannumero possano trasferirsi in ambito regionale, previo pagamento di una tassa una tantum. Ma questa disposizione, secondo la Commissione XII "presenta elementi di criticità, sia sotto il profilo della parità di trattamento", in quanto il problema può riguardare anche altri comuni, "sia per quanto concerne il merito, giacché non appare corretto rimettere la possibilità del trasferimento all'iniziativa del singolo farmacista".

Alle Commissioni riunite VI e X, la XII consiglia inoltre di "tenere conto, nell'applicazione della nuova normativa, della conclusione delle procedure di espletamento del concorso per l'apertura di nuove farmacie". L'aspetto del mercato, specifica Amato, "è solo una parte della questione, così come una parte importante è quella del diritto alla salute e dell'attenzione alla equità di accesso su tutto il territorio".

 

fonte: commissione affari sociali

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato