Fondo sanitario 2016, nessun taglio in arrivo

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 27/09/2015 15:36

Vengono ridimensionate le previsioni di nuove sforbiciata alla spesa sanitaria con la prossima Legge di Stabilità: il Patto per la salute prevede per il 2016 un incremento di oltre tre miliardi di euro.

Non ci saranno  tagli sui 113 miliardi di Fondo che il Ssn dovrebbe ricevere l’anno prossimo. E i tetti di spesa sulla farmaceutica rimarranno sempre due, uno per la territoriale e uno per l’ospedaliera, senza accorpamenti né revisioni del pay-back. Lo conferma Sergio Venturi, assessore alla Sanità dell’Emilia Romagna e, da qualche giorno, coordinatore degli assessori alla Salute delle Regioni che dà ampie rassicurazioni alla categoria.

Anche sui tetti della farmaceutica le precisazioni di Venturi ridimensionano gli scenari ventilati in questi giorni su un unico tetto con pay-back “fifty-fifty” tra Regioni e filiera del farmaco. «Ci si sta orientando verso la posizione delle Regioni» spiega l’assessore «cioè due tetti, per territoriale e ospedaliera. Rispetto all’entità complessiva e alla loro suddivisione, l’accordo sembra in dirittura d’arrivo». Intanto una conferma indiretta alle parole di Venturi arriva dal responsabile sanità del Pd, Federico Gelli: ospite sabato scorso a Napoli della conferenza nazionale Anaao Giovani (“costola” generazionale del sindacato dei medici ospedalieri), Gelli ha detto che «il Fondo sanitario aumenterà e non verrà tagliato, così come programmato dal Patto della Salute e dal Documento di economia e finanza (Def, ndr). Ci sarà spazio dunque per il rinnovo delle convenzioni e per dare il via al tanto atteso rinnovo della parte economica dei contratti, fermi ormai da troppi anni».

 

 

fonte: federfarma

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato