Farmacie amiche dei pazienti: presentata la Carta della qualità

Redazione DottNet | 28/09/2015 14:46

Impegni su accessibilità, accoglienza e informazione

Farmacie accessibili a tutti, soprattutto ai soggetti più fragili, in cui oltre al farmaco si possano avere consigli e indicazioni su come seguire le terapie e ottenere tutta una serie di servizi. A prevederle è la nuova carta della qualità, lanciata oggi a Roma a vent'anni dalla prima edizione da Federfarma e Cittadinanzattiva. La carta, che sarà esposta al pubblico, contiene una serie di impegni per tutte le farmacie aderenti. "Il documento contiene cinque punti importanti - ha spiegato Annarosa Racca, presidente di Federfarma -, c'è ad esempio un impegno sull'accessibilità, ad esempio togliendo le barriere architettoniche, sull'accoglienza, poi l'informazione. La sicurezza è quello a cui forse teniamo di più, il fatto che c'è la farmacovigilanza perfetta, che ci sia la tracciabilità più efficace, è la cosa più importante". Nel 2016 Cittadinanzattiva realizzerà un monitoraggio dell'applicazione della Carta.

"La carta della qualità è figlia di un lavoro lungo - ha spiegato Antonio Gaudioso, segretario generale dell'associazione - di un confronto nel merito, volevamo lanciare una sfida, facendo sì che i cittadini potessero avere la farmacia come 'porta d'ingresso' del Ssn". L'iniziativa ha il plauso anche del ministero della Salute, che ha ospitato la presentazione. "La sfida del Servizio Sanitario Nazionale - ha sottolineato il ministro Lorenzin in un messaggio -, è erogare servizi in maniera sempre più efficiente, soprattutto in una società che invecchia".

 

fonte: federfarma