Novartis, via libera al nuovo farmaco contro lo scompenso cardiaco

Redazione DottNet | 29/09/2015 14:14

Arriva il parere positivo per LCZ696 (sacubitril/valsartan). Primo passo verso la disponibilità del medicinale nell'Unione Europea

Novartis ha annunciato che il Comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) ha adottato un parere positivo per LCZ696 (sacubitril/valsartan), un importante passo avanti verso la disponibilità del medicinale nell'Unione Europea. In attesa dell'approvazione definitiva da parte della Commissione Europea, che potrebbe arrivare entro la fine dell'anno,CZ696 sarà reso disponibile per il trattamento di pazienti adulti con scompenso cardiaco cronico sintomatico e a frazione di eiezione ridotta (con funzione ventricolare sinistra ridotta).LCZ696 è stato studiato nell'ambito di un vasto studio clinico sullo scompenso cardiaco, interrotto in anticipo grazie ai risultati che hanno mostrato una riduzione del 20% nella mortalità cardiovascolare rispetto ai pazienti trattati con un ace-inibitore.

"In considerazione della cattiva prognosi tipica dei pazienti con scompenso cardiaco, che riportano una mortalità del 50% a 5 anni dalla diagnosi, l'approvazione di LCZ696 da parte del CHMP rappresenta una speranza per i pazienti europei con scompenso cardiaco a frazione di eiezione ridotta-dichiara David Epstein, Division Head, Novartis Pharmaceuticals-ci sono già giunte conferme dagli Stati Uniti sui benefici che i medici e i pazienti con scompenso cardiaco a frazione di eiezione ridotta stanno osservando con LCZ696 e speriamo di ricevere presto il via libera definitivo da parte della Commissione Europea".Ogni giorno 10.000 europei ricevono una diagnosi di scompenso cardiaco-ricorda Novartis- e 15 milioni di persone già convivono con questa patologia, affrontando un elevato rischio di mortalità e una limitata qualità di vita.

 

 

fonte: novartis

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato