Certificati sportivi, nuova circolare: no ai bambini sotto i 6 anni

Redazione DottNet | 08/10/2015 18:50

Lo annuncia il Ministero della Salute rispondendo ad un'interrogazione

 Per praticare sport a livello non agonistico, i bambini fino a sei anni non dovranno presentare alcun certificato medico e, tantomeno, l'elettrocardiogramma. Lo prevede una circolare di prossima emanazione da parte del Ministero della Salute, al fine di facilitare l'accesso alle attività motorie per i più piccoli.

Ad annunciarlo, andando incontro alle richieste dei pediatri che avevano denunciato come un eccesso di burocrazia tendesse ad allontanare i bimbi dallo sport, è stato il sottosegretario alla Salute Vito De Filippo, nella risposta all'interrogazione presentata in Commissione Sanità del Senato dalla senatrice Pd Annalisa Silvestro.

Sull'obbligo della certificazione medica, negli ultimi tre anni, si sono "avvicendate" tre leggi, due decreti ministeriali e, a giugno 2015, una circolare di chiarificazione da parte del Ministero. Inoltre una risoluzione della Commissione XII di Montecitorio, seguita ad una lettera aperta delle Associazioni pediatriche italiane. Ma il caos certificati, non accenna a diminuire, con palestre e piscine che continuano a chiederli anche nei casi in cui l'obbligo è stato eliminato.

"Al fine di promuovere e salvaguardare l'attività motoria nella prima infanzia", anticipa il Ministero, "da 0 a 6 anni, e fatta eccezione per i casi di bambini con specifici problemi sanitari, tale attività motoria può essere svolta senza alcuno obbligo di certificato sanitario". Una posizione, aggiunge, "che sarà oggetto di una specifica integrazione alla circolare del giugno 2015".

 

fonte: ministero salute