La vaccinazione contro il virus zoster e il rischio di herpes zoster

Medical Information Dottnet | 12/10/2015 15:57

Pazienti che assumono immunosoppressori, al momento della vaccinazione, hanno mostrato un modesto aumento del rischio di herpes zoster.

L’obiettivo dello studio recente è stato determinare i rischi associati al vaccino contro il virus zoster quando somministrato a pazienti che assumono farmaci immunosoppressori.

I pazienti sono stati reclutati in una delle 7 organizzazioni di assistenza convenzionate con la Safety Datalink Vaccine tra il 1 gennaio 2006 e il 31 Dicembre 2009. L'elemento di principale interesse è stato la somministrazione della vaccinazione contro il virus zoster nei pazienti che facevano uso, corrente o pregresso, di farmaci immunosoppressori.

Gli esiti primari sono stati la diffusione del virus della varicella zoster (VZV) e dell’herpes zoster nei 42 giorni dopo la vaccinazione. Sono stati raccolti i dati in merito all’uso di farmaci immunosoppressori e alle condizioni mediche all’inizio dello studio. E’ stato utilizzato un modello di regressione logistica, con probabilità inversa del peso del trattamento, per stimare le probabilità di sviluppare VZV oppure herpes zoster.

Un totale di 14.554 individui ha assunto un farmaco immunosoppressore in corrispondenza del momento della vaccinazione (4826 individui in uso corrente e 9728 con uso pregresso). La maggior parte dei pazienti stavano assumendo corticosteroidi a basso dosaggio. Nessun caso di VZV è stato riscontrato tra i pazienti coinvolti. Il rischio di comparsa di herpes zoster è stato elevato nei 42 giorni dopo la vaccinazione nei pazienti che facevano uso corrente di immunosoppressori rispetto ai pazienti con uso pregresso (rapporto di rischio, 2.99; CI del 95%, 1.58-5.70).

Lo studio ha dimostrato che i pazienti che assumono farmaci immunosoppressori, al momento della vaccinazione ha avuto un modesto aumento del rischio di herpes zoster nei 42 giorni dopo la vaccinazione. Lo sviluppo dell'herpes zoster entro 42 giorni dopo la vaccinazione ha suggerito che questo è più probabile a causa della riattivazione del virus zoster latente piuttosto che in seguito alla diffusione del virus della varicella derivato dal vaccino. Questi risultati sono a supporto delle correnti linee guida sulla vaccinazione contro il virus zoster.

Riferimenti bibliografici:

Cheetham TC, Marcy SM, Tseng HF, Sy LS, Liu IL, Bixler F, Baxter R, Donahue JG, Naleway AL, Jacobsen SJ. Risk of Herpes Zoster and Disseminated Varicella Zoster in Patients Taking Immunosuppressant Drugs at the Time of Zoster Vaccination. Mayo Clin Proc. 2015 Jul;90(7):865-73.