Bpco, disponibile in Italia la prima co-formulazione

Redazione DottNet | 14/10/2015 14:51

E' in grado fornire duplice broncodilatazione

Disponibile in Italia per il trattamento della Bpco (broncopneumopatia cronico-ostruttiva) la prima co-formulazione indacaterolo/glicopirronio in grado di fornire una duplice broncodilatazione, derivante da sinergici meccanismi d'azione dei due principi attivi. Questa è in grado di incidere sui sintomi della malattia e sulla capacità di compiere attività fisica, di importanza strategica secondo gli specialisti, come emerso da un simposio organizzato al congresso ERS (European Respiratory Society) con il supporto di Novartis.

 "L'attività fisica e la riabilitazione respiratoria sono obiettivi fondamentali nella gestione di un paziente con Bpco". La fatica che si avverte con il progredire della malattia induce una auto-limitazione nel movimento, con un conseguente aggravamento della patologia, un peggioramento della qualità della vita ed in prospettiva anche della sopravvivenza- si legge in una nota - la disponibilità di una terapia che incide sulla performance fisica diventa elemento di motivazione". "L'autunno - aggiunge la nota - è la stagione per dedicarsi a hobby come il giardinaggio o andare in bicicletta, o per fare passeggiate nei parchi. Importante è adeguare l'abbigliamento e potersi fermare per brevi pause".

"La co-formulazione consente di assumere entrambi i farmaci contemporaneamente, tramite un'unica somministrazione effettuata attraverso lo stesso inalatore - spiega Girolamo Pelaia, Ordinario di Malattie dell'Apparato Respiratorio all'Università di Catanzaro - dallo studio SHINE1 , rispetto al trattamento con un altro farmaco, a un incremento di 16 giorni liberi da sintomi, duraemerge che la monosomministrazione giornaliera della co-formulazione portante i quali i pazienti sono in grado di svolgere le attività quotidiane".

 

 

fonte: ansa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato