L’eziologia della malattia renale cronica infantile: gli ultimi dati

Medical Information Dottnet | 26/10/2015 10:29

I risultati di uno studio americano hanno evidenziato alterazioni genetiche inaspettate in bambini affetti da malattia renale cronica.

L’eziologia specifica della malattia renale cronica (MRC) nei bambini è incerta. Studi recenti hanno indicato che i microarray cromosomici possono essere utili nell’identificazione di rare alterazioni genomiche che chiariscono l'eziologia di disturbi dello sviluppo neurologico e cardiaco nei bambini. Tuttavia, allo stato attuale, non è noto il contributo delle alterazioni genomiche nell'incidenza di MRC in età pediatrica.

Sono state effettuati test basati sull’utilizzo di microarray cromosomici allo scopo di individuare le alterazioni genomiche nei bambini coinvolti nello studio osservazionale multietnico, prospettico e longitudinale, Chronic Kidney Disease in Children (CKiD) che ha coinvolto bambini nordamericani affetti da malattia renale cronica lieve o moderata. I pazienti con patologie sindromiche clinicamente rilevabili sono stati esclusi dalla valutazione. In particolare, sono confrontati 419 bambini partecipanti allo studio CKiD per coorti multietniche di 21.575 bambini e adulti che erano stati sottoposti a genotipizzazione mediante microarray per studi non colllegati alla MRC.

Sono stati identificate alterazioni in 31 bambini con insufficienza renale cronica (7.4% della coorte). Sono stati rilevati 10 disordini genomici patogenici noti, tra cui la delezione 17q12 dell’HNF1 homeobox B (HNF1B) e le sindromi della tripla X in 19 su 419 casi CKiD indipendenti rispetto a 98 di 21.575 individui di controllo (OR 10.8, P= 6.1 × 10E-20). In altri 12 casi CKiD, sono stati individuati 12 probabili squilibri genomici patogenici che dovrebbero essere presi in considerazione in ambito clinico. Queste alterazioni genomiche sono risultate equamente distribuite tra pazienti con diagnosi di forme congenite e non congenite di MRC. Nella stragrande maggioranza dei casi, le alterazioni genomiche non erano sospettate sulla base della valutazione clinica e hanno permesso una riclassificazione della malattia oppure fornito informazioni che potrebbero determinare l’inizio di una terapia aggiuntiva, come la valutazione di malattie metaboliche o neuropsichiatriche.

Una parte rilevante di bambini con MRC hanno mostrato alterazioni genomiche insospettate, suggerendo che i disordini genetici sono un fattore di rischio per le forme comuni di nefropatia pediatrica. Gli squilibri patogenetici hanno implicazioni pratiche per la diagnosi personalizzata e il monitoraggio della salute in questa popolazione di pazienti.

Riferimenti bibliografici:

Verbitsky M, Sanna-Cherchi S, Fasel DA, Levy B, Kiryluk K, Wuttke Mì, Abraham AG, Kaskel F, Köttgen A, Warady BA, Furth SL, Wong CS, Gharavi AG. Genomic imbalances in pediatric patients with chronic kidney disease. J Clin Invest.2015 May;125(5):2171-8.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato