Epatite C, 180mila pazienti hanno diritto alle cure

Redazione DottNet | 05/11/2015 15:13

Secondo la stima di Epac onlus

Sono circa 160-180mila i pazienti con HCV eleggibili ad un trattamento antivirale con i farmaci innovativi, cifra di gran lunga inferiore rispetto a quella sinora stimata in Italia. Questa la stima realistica del loro numero, necessaria a capire a chi indirizzare le nuove e costose terapie in grado di eradicare la malattia. A renderla nota, oggi, in occasione del I Forum Parlamentare HCV "Epatite C: curare tutti i pazienti in modo sostenibile è possibile" è stata l'Associazione EpaC Onlus che, in modo indipendente, ha avvito una ricerca lunga e complessa, durata un anno, basata sulle esenzioni per patologia da epatite.

 

"La nostra Associazione - ha sottolineato Ivan Gardini, Presidente EpaC Onlus- è riuscita a colmare un vuoto informativo sul quale si erano radicate numerose speculazioni e favoleggiati numeri inverosimili, alimentando una ingiustificata ipotesi di insostenibilità per la cura di tutti i pazienti con epatite C. A questo punto è fondamentale rifinanziare, ma anche scorporare e rendere indipendente il fondo per i farmaci innovativi dal fondo previsto per la spesa ospedaliera al fine di utilizzare il 100% delle risorse vincolate esclusivamente per l'acquisto di farmaci innovativi". I dati sono stati ottenuti direttamente dalle singole Regioni e/o ASL e la stima non include extra comunitari e tossicodipendenti e neanche i detenuti.

 

fonte: epac

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato