Lorenzin, ecco il piano di rientro degli ospedali

Redazione DottNet | 09/11/2015 18:26

Piano di 3 anni per ripianare conti, interesserà un'azienda su 4

"Ho presentato in legge di Stabilità un piano di rientro per ospedali in deficit che prevede un meccanismo di affiancamento similare a quello che esiste già per le regioni". Lo ha spiegato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin intervenendo a Rainews24. Il piano interesserà circa un'azienda ospedaliera su quattro e, sottolinea Lorenzin, "prevede un commissariamento, fatto insieme alla Regione, che darà tre anni di tempo per rientrare dal deficit". Ad esserne interessate, secondo quanto indicato dalla legge di Stabilità, saranno le aziende con oltre dieci milioni di deficit o con percentuali tra deficit e ricavi maggiori del 10%.

Secondo un monitoraggio Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali) su 108 aziende, ben 24 rientrerebbero in questi parametri, concentrate in Piemonte, Veneto, Liguria, Toscana, Lazio, Calabria e Sardegna. In particolare, a preoccupare è il Lazio, dove ben nove ospedali hanno disavanzi preoccupanti. "Solo negli ospedali romani il deficit di tutte le aziende sommate ammonta a 700 milioni di euro di cui i primi sono San Camillo e San Giovanni", ha ricordato il ministro. Perciò, ha concluso, "bisogna entrare nel merito e non solo occuparsi dei conti delle regioni ma entrare nell'organizzazione di ospedali".

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato