Certificati sportivi, la circolare del Ministero tarda. E il caos sale

Redazione DottNet | 12/11/2015 19:44

C'è ancora confusione per la certificazione sportiva dei ragazzi: l'Ecg, che dovrebbe bastare una tantum, viene invece richiesto una volta l'anno

La circolare del ministero della Salute che dovrà mettere chiarezza sui certificati sportivi tarda ad arrivare. Col risultato che palestre e piscine continuano a chiederli con l'aggiunta dell'elettrocardiogramma anche nei casi in cui l'obbligo è stato eliminato con ulteriore aggravio per i bilanci delle famiglie. Infatti, anche se in teoria le nuove normative prevederebbero un Ecg “una volta nella vita”, i medici generalmente lo chiedono non più vecchio di un anno. In questo modo però aumentano i costi per le famiglie rispetto allo sport, perché per un Ecg si arriva a pagare fino a cinquanta euro, cui bisogna aggiungere i circa venti euro – se non di più - per il certificato medico. Insomma una famiglia con due figli dovrà spendere circa centocinquanta euro solo per accedere a una struttura sportiva, a cui vanno aggiunti i costi d’iscrizione e dello sport da praticare.

 

La circolare di prossima emanazione da parte del Ministero della Salute sui certificati medici sportivi dovrà, dunque, porre fine alla confusione che in questi anni si è creata sul tema dell'accesso alle attività motorie per i più piccoli. Secondo il Ministero della Salute, per praticare sport a livello non agonistico, i bambini fino a sei anni non dovranno presentare alcun certificato medico e, tantomeno, l'elettrocardiogramma:"da 0 a 6 anni, e fatta eccezione per i casi di bambini con specifici problemi sanitari, tale attività motoria può essere svolta senza alcuno obbligo di certificato sanitario".

Ma, come abbiamo accennato, il caos certificati non accenna a diminuire, con palestre e piscine che continuano a chiederli anche nei casi in cui l'obbligo è stato eliminato. Sopratutto il dubbio resta sul prezzo da pagare in caso venga emesso e se sia necessaria o meno la fattura: "E' chiaro che una volta scritto il documento il medico sia Asl che privato sara' tenuto ad emettere regolare fattura e' obbligatorio per i medici come per qualsiasi altro lavoratore che effettua una prestazione emettere regolare ricevuta",spiegano i medici della Finmg. E per quel che riguarda il prezzo da pagare per la visita medica e certificato," il prezzo si aggiorna intorno ai 30 e i 50 euro a certificato. La sua validità sarà annuale. Per quanto riguarda l'elettrocardiogramma, esso dovrà essere effettuato almeno una volta nella vita (dai 60 anni invece ogni anno)". Ma sappiamo che spesso non è così.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato